PSICOLOGIA DINAMICA AVANZATO

Crediti: 
8
Settore scientifico disciplinare: 
PSICOLOGIA DINAMICA (M-PSI/07)
Anno accademico di offerta: 
2017/2018
Semestre dell'insegnamento: 
Secondo Semestre
Lingua di insegnamento: 

Italiano

Obiettivi formativi

Conoscere il pensiero psicoanalitico in alcune sue declinazioni recenti. Tenendo come riferimento alcuni modelli classici (in particolare quello freudiano, kleiniano e post-kleiniano), approfondire la conoscenza di autori e di paradigmi orientati prevalentemente in prospettiva relazionale.
Un ulteriore obiettivo consiste nel saper applicare la conoscenza dei concetti psicodinamici alla narrazione come strumento di costruzione identitaria e di cura di sé.

1. Conoscenza e capacità di comprensione. Gli studenti dovranno raggiungere una buona conoscenza degli argomenti presentati durante il corso, in particolare del pensiero degli autori, analizzato nelle sue componenti teoriche, metodologiche e cliniche, e degli aspetti relativi allo studio della narrazione come strumento di costruzione identitaria e di cura di sé.
2. Capacità di applicare conoscenze e comprensione. Gli studenti dovranno mostrare di saper riflettere criticamente sulle componenti teoriche, metodologiche e cliniche degli autori studiati, operando anche confronti tra i diversi modelli. Inoltre dovranno saper applicare i concetti psicoanalitici studiati alla narrazione, in particolare a quella scritta, come cura di sé nei diversi contesti.

Contenuti dell'insegnamento

1) Riferimenti epistemologici generali della psicoanalisi: Freud, Psicologia dell'Io, Klein, Bion, Jung, Middle Group, Psicologia del Sé.
2) Il modello interpersonale: Sullivan, Fromm, Horney. Fonagy. Baranger. Lacan. Green. Matte Blanco. Sviluppi del modello relazionale. La psicoanalisi e il gruppo.
3) L'identità e i suoi aspetti narrativi nella società ipermoderna.

Bibliografia

Barbieri, G.L. (2009). Psicologia dinamica. Tra teoria e metodo. Milano: Libreria Cortina.
1) Riferimenti epistemologici generali della psicoanalisi: solo i paragrafi indicati nell'allegato "Schemi prima parte programma" e le difese elencate nell'allegato "Principali meccanismi di difesa" entrambi pubblicati in Elly.
2) capitoli 21, 22, 23, 27, 30, 31, 32, 33, 34, 35.(pp.250).
3) Barbieri, G.L. (2014).
Il laboratorio delle identità. Dire io nell'epoca di internet. Milano: Mimesis. (pp. 180)

Metodi didattici

Lezione frontale

Modalità verifica apprendimento

Sette appelli in tre sessioni di esame. Le verifiche saranno scritte.
Nessuna distinzione di programma tra gli alunni frequentanti e non frequentanti.
3 domande aperte. La valutazione finale deriva dalla somma delle valutazioni delle singole domande scritte e orali. La singola risposta è sufficiente (18/30) se presenta imperfezioni non gravi.